Pensieri in libertà

 

Come te nessuno

Ciao Ayrton

1 maggio 1994, avevo quasi 10 anni e già capivo quanto potessi essere forte. Il vero campione. Colui che faceva incollare allo schermo gli appassionati di automobilismo, perché la domenica, Ayrton era sicuramente in pole e dava spettacolo. Avevo solo 9 anni ma già seguivo la F1. Non vedevo l'ora che arrivasse l'ora del Gp per sedermi accanto a mio padre e gioire insieme per i tuoi sorpassi, le tue vittorie. In 14 anni la F1 ha perso tutto:stile, tecnica,tenacia,grinta,spettacolarità. Contano solo i pneumatici e chi è primo alla partenza, arriva all'80% delle volte primo indisturbato al traguardo. Quando correvi tu non era così .Ho tutte le cassette vhs dei Gp dall' 84 in poi..quella era F1. Tu e Prost, Mansell, Piquet, la fine di Lauda..insomma mostri sacri della F1. Dura spuntarla e arrivare primo, ma tu ce la facevi..Davvero un fenomeno. Un ragazzo silenzioso ma che nel tuo silenzio, trasmettevi la passione delle corse. Avrei voluto vederti gioire nell '88. Primo titolo mondiale. Quanto urlavi sul traguardo! Ma purtroppo avevo solo 4 anni.Tre titoli mondiali in 10 anni di carriera contro quei fenomeni. Direi appunto: fenomenale. Prost ha vinto più di te, ma non esiste il paragone.

Inutili anche, i paragoni con Schumacher.Davvero inutili. Lui non si è mai scontrato con i fenomeni. Ha vinto mondiali partecipando da solo .I tuoi 3 titoli mondiali, valgono almeno come 10 dei suoi. Sei e resterai per sempre il più forte pilota di tutti i tempi. In Brasile sei un'istituzione. Celebrato,osannato e amato più di qualsiasi calciatore brasiliano. Sei il mito. Il tuo casco brilla ancora nei nostri cuori. La tua Mclaren numero 8, la Toleman, la Lotus...capace di fare sette pole position nel secondo mondiale. Nessuno ci sarebbe mai riuscito. Maledetta Williams.

Ogni anno ricordo questo triste giorno con tanto dolore, pensando quanto ha perso il mondo dell'automobilismo e i tuoi milioni di fans in tutto il mondo. Ho pianto tanto e piango anche ora mentre scrivo. Mi ricordo quando sei andato a prendere Nannini ed avresti vinto il tuo quarto titolo. Che fenomeno! Vincevi i Gp anche senza la prima e la seconda marcia, perdendo giro dopo giro la sensibilità nelle mani. La tecnologia la facevi tu in quei tempi.Con quelle mani d'oro.

Il mondo ancora ti piange.

Ringrazio la Fondazione Senna. Ancora una volta e per sempre da lassù fai e farai del bene. Tua sorella è degna di portare il tuo nome.

Ti ringrazio Davide per questo magnifico sito. Senza questa grande idea moltissime persone non avrebbero dato il loro contributo, pensiero ed opinioni riguardo al Magico Ayrton.

Ciao Ayrton. Grazie delle magie che hai regalato.

Alessandro da Ferrara(alessandro.tumiati@libero.it)

 

Home

Pensieri in libertà