Pensieri in libertà

 

Ayrton

Ayrton, mi era entrato nel cuore, perchè da piccolo mio papà tifava Piquet, mentre a me era rimasto impresso quel casco giallo che guidava la Lotus nera...

Ricordo bene quella domenica di 14 anni fa....avevo 12 anni, stavo giocando a pallone in oratorio, quando con la solita scusa di bere un bicchiere d'acqua, ero corso al bar a vedere le immagini del gran premio....

purtroppo, arrivato davanti allo schermo ho visto solo un elicottero in mezzo alla pista e i commenti delle persone davanti a me che dicevano che ayrton aveva avuto un incidente....

Non poteva essere successo a lui....corsì a casa, chiuso in camera perchè mi sentivo che dopo tutte le gioie che mi aveva regalato, dovevo aiutarlo in qualche modo...ma non sapevo cosa fare, se non fissare la televisione, dall'incredulità non riuscivo nemmeno a piangere...

Non volevo uscire dalla stanza, ma mio padre mi costrinse a uscire e fare due passi con lui (erano le 18.10)...quando tornammo mezz'ora più tardi il telegiornale annunciava la Sua scomparsa...

CIAO UNICO GRANDE CAMPIONE

Cri(dcristiano3@yahoo.it)

 

Home

Pensieri in libertà