Pensieri in libertà

 

Volevo arrivare in tempo ma la macchina si è fermata...è stato del tutto inaspettato...sono arrivata lì col cuore in fibrillazione, le lacrime agli occhi e tanta tanta speranza...
Ma purtroppo non appena ho messo piede a quel tamburello....la messa aveva appena suonato gli ultimi rintocchi...avrei voluto leggere quel che ti dedico dall'età di nove anni....ma non l'ho potuto fare...Mi rifugio nel sogno probabilmente reale di scrivere il mio libro e in un futuro pubblicandolo...rendendoci eterni, entrambi, uniti come siamo sempre stati...
Le mie poesie sono destiate a te, parola per parola, verso per verso...pensiero per pensiero, lacrima dietro lacrima...
Non sono più una bambina eppure continuo a sentirti vicino, continuo a sentire la tua carezza la notte nel buio, la tua voce che mi dice di non temere, che non sono sola, sento la tua mano che mi guida...ti sento vicino come se fossi realmente qui...quasi come un padre...
Ed ora poiché non ho potuto leggerla lì...te la lascerò qui...

"Per caso per strada ho ieri trovato un cuoricino
dal quale è uscito un travolgente soffio d'amore.
Gli occhi si chiusero
al vento i capelli
sull'eterno infinito
torno a meditare
a quei tempi gioiosi
a quegli istanti di gloria
inni sinceri
volto vincente....
per un soffio se ne è andato.
Sulla tua lapide un trofeo:
"AL QUI PRESENTE E VIVO AYRTON SENNA"

"Your eyes sparkle
your hair shake
your soul's not dead.
Your name a rose
born to die in youth
too shy to survive to life
too warrior to accept that life.
Yourself a rose
dead at birth."

"Spira e sospira
col vento che ti disfa i capelli
gli occhi ricoperti dal sonno eterno.
La bocca sanguinante
fredda...
pallida...
Le mani posate su un volante,
fragili
deboli...
un addio sarebbe fatale.
Il corpo,
vi si è posato il velo della morte
candidamente oscuro e peccatore,
col suo volto ancora vivo....
verso l'eternità ed oltre partisti
per un addio, io ti seguii....
La speranza si spegne nello sguardo
lentamente
l'anima sale....
separazione infinita....
Solo chi può vedere potrà capire
con gli occhi di una bimba
che ti segue
e come te vola
con te
verso l'eternità e oltre."

"Candido impeccabile eroe
su un letto d'ospedale giacevi
perendo....
Quel nome infisso nelle menti...
assassini!
Lo spingesti in alto
verso il buio più scuro senza ritorno.
Viso pallido
quali incubi nella mente
occhi chiusi:
per sempre.
Volto vivo,
la morte lo ha potuto solo sfiorare,
gelido
pieno d'amore...
hai vissuto troppo poco per poterlo donare....
Che il tuo cuore continuasse a battere
ero lì a sperare...
Gli occhi di un'anima di fanciullo
che futuro ti attendeva:
BRUCIATO.
Un lenzuolo candido ti ricopre ed è
finita.
Assassina
tu che verso il buio lo spingesti
assassina:
era nato per vincere
e ha sconfitto anche te
la morte non lo ha potuto spegnere
e in quel buio immenso
una luce continua a brillare nelle menti...
la sua anima che continua ad amare
il suo cuore in cui possiamo ancora e per sempre sperare."

"Come un razzo sei volato
dove il sole spezza il mar
incontrando l'eterno viaggiatore senza tempo.
Giustizia infame
perché così
perché qui...
Punisci l'infamia di un destino ingiusto,
che si inginocchi questo fato
che chieda perdono per il suo gesto così crudele."

 

Non so perché le ho scritte qui, forse qualcuno può pensare che sia solo egocentrismo ma non lo è....è che le tengo dentro ormai da dieci anni e volevo condividerle con chi può sentirle un po' proprie, con chi può provare leggendole le stesse emozioni di una bambina di nove anni che le scrisse dieci anni fa...

Ti ringrazio Ayrton, ti ringrazio anche per il dono della poesia nata da una disperazione immotivata di una bambina che non capiva eppure dall'alto vedeva una luce...
Quella bambina è cresciuta ma non smette mai di credere in te e di sentirti parte si sé.

Flaminia(cavallinavolante@yahoo.it)

 

Home

Pensieri in libertà