Pensieri in libertà

 

Pensiero su Ayrton Senna

Seguo la Formula 1 da poco, dalla Stagione 1999. Sono un grande appassionato della Storia della F1. In questi anni avevo sentito parlare di questo grande personaggio che aveva scritto pagine importanti della grande avventura che è la F1: Ayrton Senna da Silva. In molti non capiscono che cos'avesse di così importante da renderlo unico, invincibile, indimenticabile. Mi ritengo una persona fortunata, perché sono riuscito veramente a capire chi fosse e cosa volesse dirci. Ayrton non era solo un grande pilota ma era soprattutto un grande uomo. Basta ascoltare una delle sue frasi, quasi uscite da un libro, che ti fanno pensare, che ti fanno riflettere...Ayrton amava la vita, e la considerava come il bene più prezioso dell'uomo. Il 1 maggio 2004 sono stato ad Imola a rendere omaggio al Campione che non c'è più...e lì sono scese le lacrime... Lacrime amare per quello che ci ha regalato, per quello che oggi ci regala e che continuerà a regalarci. Ma anche lacrime per quello che poteva essere e che non è stato. Ho capito quante persone gli volevano bene e che gli vogliono bene. Nessuno, a distanza di 10 anni, si è dimenticato di lui. Tutti noi siamo ancora qui a ridere e a gioire nel vederlo vincere, tutti noi siamo ancora qui a piangere pensando a quant'era grande e quanto ha fatto per gli altri, per la gente del suo paese che amava... Ayrton vive, nella nostra mente sappiamo che non c'è più, ma nel nostro cuore lui è vivo ed è sempre con noi. Obrigado Ayrton!

Mattia Albera(m.albera@tele2.it)

 

Home

Pensieri in libertà