Pensieri in libertà

 

Pensiero per Ayrton

Caro Ayrton,
poco tempo fa dopo 12 anni mi sono recata a Imola, mi sono attaccata alla rete della curva del tamburello e mi sono venuti in mente tanti ricordi, che avevo rimosso dalla mente. Devi sapere che io ho cominciato a seguire la formula uno a 8 anni, quasi vent’anni fa... solo per te. Da piccola, ero innamorata persa di te, tanto che dicevo con tutti che volevo sposarti!!

E strano come prima del gran premio di San Marino, avessi pensato di scriverti. Una delle lettere che per te sarebbe stata l’ennesima uguale ad altre centomila, ma che per me sarebbe stata unica...perché tu leggendola, avresti saputo che esistevo e che tifavo per te...da alzarmi alle 3 di notte per seguire un Gp o le prove... di andare a dormire all’una passata per vedere le trasmissioni che trattavano di formula uno pur di vedere una tua immagine...Poi tutto si è interrotto...contro quel muro, che come castigo, si trova nella mia stessa regione...Non sai, quanto ho pregato perche’ tu c’è la facessi...Invece...Da allora, sono passati dodici anni, ora ho 28 anni...e caro Ayrton, ancora il tuo pensiero mi emoziona...le tue vittorie...i tuoi numeri...il tuo essere... troppo grande...da sentire la tua fine.

Caro Ayrton, grazie per quello che hai dato alla formula uno, grazie per averci fatto emozionare. Io da dodici anni non seguo piu’ la formula uno...ormai...non ha piu’ senso.

CHICCA

 

Home

Pensieri in libertà