Pensieri in libertà

 

Per Ayrton

E' strano...perchè Ayrton non lo era forse? Ho appena finito di leggere i messaggi lasciati per lui e ho pianto, dopo 12 anni ancora mi fa questo effetto...è normale, lui è così! Ero a Imola 12 anni fa, poco più che una bambina cresciuta con lui e per lui dopo la sua morte. Quel giorno il cappellino con i colori del brasile in testa, la sua bandiera in mano, posizionata sul tetto di un pollaio per poter vedere qualcosa, per poterlo vedere, per gioire con lui, per piangere per lui. Il viaggio verso casa, un incubo: la sua foto in tasca a pregare perchè accadesse l'impossibile...la notte seguente, un sogno, la realtà (a me piace pensare che sia così) lui è tornato, mi ha accarezzato la fronte e mi ha detto di non preoccuparmi che sta bene e che sarà sempre con noi...io ci credo.

Barbara

 

Home

Pensieri in libertà